I consigli per la protezione delle piante: dai teli agli shelter Tubex

30 Mag 2020 | Redazione Tubex |

Chi ama il giardinaggio, e/o coltivare il proprio orto, dovrebbe sapere che esistono tanti strumenti utili per la protezione delle piante. Alcuni sono adatti per proteggerle dal freddo e altri sono più idonei per contrastare l’attacco di animali e parassiti. Entriamo nel dettaglio e andiamo a conoscere i vari tipi di protezione che possono rivelarsi utilissimi per tutti coloro che desiderano curare le proprie piante nel modo giusto.

I teli disponibili sul mercato: tante soluzioni utili

Uno dei teli più utilizzati per la protezione delle piante è senz’altro quello per pacciamatura. Si tratta di un tessuto di origine vegetale o di un tessuto non tessuto che può proteggere le piante dalle escursioni termiche. Questi teli sono usati anche per evitare che le erbe infestanti infastidiscano l’ortaggio o la pianta da frutto. Esistono tanti altri teli antifreddo, antighiaccio e quelli per proteggere le piante dalla grandine.

Non solo teli e tessuto non tessuto

protezione delle piante

Al giorno d’oggi, si possono proteggere tantissime specie vegetali costruendo serre e/o tunnel in plastica trasparente. Anche queste soluzioni sono ottime per contrastare i danni causati dal freddo e dalle precipitazioni. Si possono comprare strutture già pronte all’uso, ma si può scegliere altresì di realizzarle autonomamente, arrivando a creare delle pratiche ed economiche serre artigianali. Per la protezione degli alberi da frutto, in particolare, esistono anche delle reti apposite, che in genere vengono usate per proteggere il raccolto dai volatili.

La protezione delle piante con trattamenti appositi

Come ben sapete, alcune piante sono più soggette all’attacco di parassiti e/o ad alcune malattie. Pertanto, molto spesso “prevenire è meglio che curare”, proprio come accade per gli esseri umani. Sul mercato esistono soluzioni naturali e non, trattamenti e prodotti di ogni genere, che risultano utilissimi per salvaguardare le piante.

Ogni volta che mettete a dimora un albero o che scegliete di inserire una pianta nel vostro orto o giardino, informatevi e cercate per quanto possibile di agire preventivamente. Eseguendo in anticipo i trattamenti del caso o curando la pianta in un certo modo, potrete senz’altro evitare numerose problematiche.

Gli shelter per la protezione delle piante

Soprattutto le giovani piante hanno bisogno di un “rifugio” che possa proteggerle dall’attacco di roditori e altri animali, dalle erbe infestanti, dai pesticidi e dagli agenti climatici. Se poi lo stesso rifugio risulta ottimo per favorirne l’attecchimento, allora si avrà molto di più di un semplice rifugio. Questo è quello che fanno gli shelter per piante Tubex: le proteggono e le aiutano a crescere, fin dalla messa a dimora. Si tratta di protezioni tubolari pratiche da usare, eco-friendly, semplici ma intelligenti.

Tubex ne produce di varie tipologie, in maniera tale da accontentare tutti, dal viticoltore all’amante degli alberi da frutta. Gli shelter sono sicuramente un’altra soluzione da valutare in tema di protezione delle piante. Con questi presupposti, vi invitiamo a valutare le varie proposte di Tubex presenti sul nostro sito web. Non esitate a chiederci maggiori informazioni: siamo qui per offrirvi risposte e soluzioni perfette per ogni specifica esigenza!


25 Mag 2020 | Redazione Tubex |

Volete capire come riconoscere gli alberi da frutto? Sappiate che non è facile riuscirci, soprattutto le prime volte. Tuttavia, possiamo prendere il fiore e altre correlate caratteristiche come punti di riferimento e imparare a identificare gradualmente alcuni alberi. Volete provarci? Andiamo a conoscere qualche dettaglio che potrà aiutarvi.

Le consapevolezze di chi sa come riconoscere gli alberi da frutto…

Le persone che sanno riconoscere gli alberi da frutto hanno già visto più e più volte i loro fiori e ne hanno memorizzato le peculiarità, tra forme e colori diversi. In pratica, hanno alcune informazioni in più: apprendendole, chiunque può imparare a riconoscere le specie più comuni.

Con questi presupposti, se anche voi volete scoprire come riconoscere gli alberi da frutto, dovreste ricordare che il mandorlo è uno dei primi a fiorire. Infatti, fiorisce nel periodo tra metà febbraio e inizio marzo, e quindi non è difficile da identificare. I suoi piccoli fiori bianchi a cinque petali nascono prima delle foglie e conquistano gli sguardi per la loro incredibile e naturale bellezza.

Dall’albicocco al ciliegio

L’albicocco è uno di quegli alberi che fioriscono all’inizio della primavera. Anche in questo caso, i fiori nascono molto prima delle foglie. Tutto inizia con una gemma rossastra, che a tempo debito dà alla luce dei fantastici fiori bianchi, sempre a cinque petali, ma molto più larghi rispetto a quelli dei fiori di mandorlo.

Il ciliegio, invece, apprezzato in tutto il mondo soprattutto per lo spettacolo che crea in Paesi come il Giappone, vanta bellissimi fiori rosa o bianchi. A differenza di molti altri alberi da frutto, i fiori di ciliegio non nascono attaccati al ramo, ma hanno un bel gambo verde.

Come riconoscere gli alberi da frutto: il pesco, il melo e il pero

Volete capire come riconoscere gli alberi da frutto? Sappiate che non è facile, soprattutto le prime volte. Ecco le informazioni che vi aiuteranno

Il pesco, proprio come dice un noto brano musicale, ha dei bellissimi fiori rosa, caratterizzati da cinque petali dalla forma tondeggiante. Questi sbocciano tra la fine di marzo e l’inizio di aprile, poco prima delle lunghe foglie. Queste ultime si mescolano insieme ai fiori, proponendo un mix di sfumature e colori primaverili. I fiori di pesco possono crescere singolarmente o a mazzetti in base alla specie. Sono molto delicati e temono molto le ultime gelate prima del vero arrivo della primavera.

Per capire come riconoscere gli alberi da frutto, è utile sapere che il melo fiorisce ad aprile, regalando uno spettacolo di piccoli fiori di color bianco rosato. Il pero, invece, ci propone dei fiori più ampi e ben aperti, bianchi e circondati dalle foglie, dotati di un gambo verde proprio come i fiori del melo…

È il momento di scoprire come riconoscere gli alberi da frutto

Insomma, i fiori dei principali alberi da frutto sono bellissimi e riconoscerli non è sempre facile. Tuttavia, con un po’ di pratica, potrete riuscirci e andarne fieri. Sul nostro blog potrete trovare altre informazioni che vi aiuteranno a capire come riconoscere gli alberi da frutto, ma anche a curarli e ad ottenere buoni raccolti. Dalla protezione ai consigli per chi si occupa di frutticoltura, vi offriremo soluzioni, consapevolezze e spunti molto utili. Perciò, non perdetevi i prossimi aggiornamenti!


19 Mag 2020 | Redazione Tubex |

Quali sono gli arbusti da giardino più belli e apprezzati? Quali sono quelli che donano un valore aggiunto ad ogni ambiente? Ce ne sono alcuni a dir poco meravigliosi! Colorati, grandi e profumati. In questo articolo ve ne indicheremo qualcuno. Così potrete farvi un’idea di quello che vi offre la natura, per poi riuscire a fare quella che sarà la scelta migliore per voi e per il vostro giardino.

La vite americana e le sue fantastiche foglie rossastre

Tra i più affascinanti arbusti da giardino, troviamo sicuramente la vite americana, ovvero la Parthenocissus quinquefolia. Appartenente alla classe Magnoliopsida e alla famiglia delle Vitaceae, questa pianta si presenta con una struttura vigorosa e suggestiva. I suoi fusti potrebbero arrivare anche a 15 metri di altezza, rivelandosi dei rampicanti perfetti.

Dopo la messa a dimora, basta usare dei tutori ed eseguire la corretta potatura ogni anno… per realizzare un ambiente in grado di lasciare chiunque senza parole! Questo arbusto ama i terreni non acidi ed è particolarmente resistente al freddo. In inverno, le sue foglie diventano rossastre e avvolgono le case proponendosi come un efficiente isolante termico naturale!

Tutta la bellezza della Bouganville

La Bouganville, anch’essa appartenente alla classe della Magnoliopsida ma facente parte della famiglia Nyctaginaceae, è ben diversa dalla vite americana. Tuttavia, si tratta comunque di uno degli arbusti da giardino dotati di maggior fascino. Tipica delle aree subtropicali dell’America Latina e delle zone tropicali, si presenta come un accattivante cespuglio rampicante, caratterizzato da forme e colori fantastici. Le sue foglie, perlopiù ovali e violacee, accompagnano perfettamente i suoi piccoli fiori, rendendo speciale ogni giardino.

La Bouganville è una pianta che non necessita di molte cure. Tuttavia, per prosperare ha bisogno di un clima temperato. Perciò, per chi abita in aree geografiche con temperature invernali che scendono sotto i 5°C, il consiglio è quello di coltivarla in vaso. In questo modo, durante l’inverno potrà essere protetta più facilmente. Esistono tante specie da considerare: dalla Bouganvillea glabra alla Bouganvillea spectabilis fino ad arrivare alla Bouganvillea aurantiaca… sono una più bella dell’altra!

Il glicine e la camelia: altri due colorati arbusti da giardino

arbusti da giardino

Anche il glicine e la camelia fanno parte dei migliori e più belli arbusti da giardino. Entrambi appartenenti alla classe dei Magnoliopsida, si presentano come la soluzione ideale per chi ama le aree verdi fiorite. Il glicine, con il suo profumo delicato e con i suoi “grappoli” di fiori lilla, è una fantastica pianta rampicante. Ne esistono molte specie e la più diffusa è la Wisteria sinensis, nota anche come “Glicine della Cina”. È una pianta che ha bisogno di tanto spazio, ma anche di una valida concimazione. Si suggerisce l’uso di fertilizzanti poveri di azoto, ottimi per allontanare acari e afidi.

La camelia (Camellia japonica) è uno degli arbusti da giardino più amati, che colpisce per le sue robuste foglie di colore verde scuro e per i suoi grandi fiori bianchi o rosa. Esistono tante specie di camelia e ognuna di esse è affascinante a suo modo!

Un consiglio per chi ama gli arbusti da giardino

Quelle che abbiamo visto sono le più diffuse e apprezzate piante arboree e arbustive adatte alle aree verdi domestiche. Non si tratta di specie difficili da coltivare. Pertanto, nel caso vogliate acquistare degli arbusti da giardino, vi suggeriamo di valutare proprio queste opzioni. Infine, non dimenticate che soprattutto all’inizio, molte di esse hanno bisogno di un’adeguata protezione. I teli possono aiutarvi, così come gli shelter Tubex!


10 Mag 2020 | Redazione Tubex |

Quello della frutticoltura si presenta come un settore particolare e molto importante per tutti noi. Proprio per queste ragioni, chi vi opera deve assolutamente conoscere alcuni determinanti dettagli. Con questi presupposti, tramite il nostro blog vogliamo aiutare chi è alle prime armi, condividendo qualche informazione molto utile. Oggi parliamo in particolare di fioritura: cosa dovreste sapere a riguardo?

Partiamo dalle basi…

Perché, quando si tratta di frutticoltura, è importante sapere come avviene la fioritura? Questa è una domanda che si fanno in molti. Vi daremo subito una risposta che potrà fare la differenza: quando il raccolto non è quello che ci aspettavamo, potrebbero esserci determinati problemi da considerare. La maggior parte delle volte queste problematiche riguardano appunto la fioritura e l’impollinazione. Potrebbero, infatti, esserci alcune anomalie da individuare e da analizzare.

La fioritura in breve: ecco i dettagli da conoscere

Chi decide di approcciarsi al mondo della frutticoltura dovrebbe sapere che la fioritura, così come l’allegagione, ha un ruolo particolare nel ciclo di fruttificazione degli alberi. È importante inoltre sottolineare che le gemme appena nate daranno vita al frutto nell’anno successivo alla loro formazione. Non è facile seguire questo processo evolutivo, ma nonostante questa difficoltà possiamo comunque salvaguardarne ogni fase, prestando le dovute attenzioni alla pianta per tutto il tempo necessario.

frutticoltura

A questo proposito, uno dei compiti di chi si occupa di frutticoltura si concretizza proprio nella protezione della pianta dal freddo. Questo è molto importante in termini di fioritura e fruttificazione. Infatti, quando inizia a formarsi il fiore, le condizioni ambientali possono interromperne il processo. Una gelata tardiva, ad esempio, può rovinare i fiori e anche le gemme che fioriranno la stagione successiva. Il risultato sarà un raccolto scarso o magari frutti più piccoli e meno saporiti di quello che ci si aspettava.

La protezione degli alberi da frutto per la salvaguardia della fioritura e non solo

In base a quello che abbiamo detto, è facile comprendere quanto la fioritura sia importante. Pertanto, chi si occupa di frutticoltura deve sapere come proteggere la pianta fin dalla sua messa a dimora. Si comincia con l’uso di uno shelter apposito, come quelli proposti dal marchio Tubex. Si continua poi con la protezione delle radici grazie ad appositi teli per la copertura del terreno durante l’inverno. Questi accorgimenti sono rilevanti soprattutto durante i primi tempi.

Successivamente, si potrà proseguire con un’attenzione più mirata alla salvaguardia delle gemme. Anche a questo proposito, esistono teli antighiaccio e antigrandine che possono essere usati quando sono previsti particolari sbalzi termici e/o gelate tardive. Chiaramente, non sempre possiamo agire preventivamente per proteggere efficientemente la gemma. Tuttavia, quando si può, è necessario fare tutto il possibile.

La frutticoltura è questo e molto altro

Quello che abbiamo condiviso in questo breve articolo è solo una piccolissima parte di ciò che dobbiamo sapere in termini di frutticoltura. Continuando a seguire il nostro blog potrete conoscere tante altre informazioni utili per la cura di piante e alberi di vario genere. Continuate a seguirci e non esitate a contattarci per ottenere maggiori informazioni sui prodotti Tubex!